5 X 1000

La PANDAS è una sindrome ad insorgenza acuta presentante sintomi neuropsichiatrici, ed è innescata da una o più infezioni da Streptococco Beta-emolitico di Gruppo A (SBEA). La PANS è più complessa: può avere origini infettive (da agenti patogeni diversi dallo SBEA) o dipendere da altre condizioni (ad esempio metaboliche o ambientali). La PANDAS insorge fra i 3 e i 14 anni. I principali sintomi, che compaiono a distanza di giorni, settimane o mesi dall’ultima infezione, sono: disturbi del movimento (tic motori), tic vocali, disturbo ossessivo-compulsivo. Molti altri sono i sintomi neuropsichiatrici che spesso accompagnano questi bambini durante la loro infanzia, alternandosi fra di loro. La maggior parte dei bambini guarisce spontaneamente, ma non possiamo prevedere chi di loro ne resterà affetto durante l’adolescenza e/o l’età adulta, a meno di non essere prontamente diagnosticati e curati in età pediatrica o, con più difficoltà, in età adolescenziale o adulta. L’aneddotica e diversi studi, ancora non definitivi, confermano l’efficacia delle terapie. La maggior parte dei bambini ha buoni o ottimi risultati già con la sola terapia antibiotica. Fino a qualche anno fa, e purtroppo anche attualmente, l’alternativa alle terapie immunologiche è quella con psicofarmaci, spesso peggiorativi del quadro anche se talvolta necessari. La ricerca, a causa della scarsità delle risorse economiche, sta proseguendo, ma abbiamo bisogno di tutti per incentivarla e sovvenzionarla. I bambini di oggi saranno gli adulti del futuro. Aiutiamoli.

5 X 1000

La PANDAS è una sindrome ad insorgenza acuta presentante sintomi neuropsichiatrici, ed è innescata da una o più infezioni da Streptococco Beta-emolitico di Gruppo A (SBEA). La PANS è più complessa: può avere origini infettive (da agenti patogeni diversi dallo SBEA) o dipendere da altre condizioni (ad esempio metaboliche o ambientali). La PANDAS insorge fra i 3 e i 14 anni. I principali sintomi, che compaiono a distanza di giorni, settimane o mesi dall’ultima infezione, sono: disturbi del movimento (tic motori), tic vocali, disturbo ossessivo-compulsivo. Molti altri sono i sintomi neuropsichiatrici che spesso accompagnano questi bambini durante la loro infanzia, alternandosi fra di loro. La maggior parte dei bambini guarisce spontaneamente, ma non possiamo prevedere chi di loro ne resterà affetto durante l’adolescenza e/o l’età adulta, a meno di non essere prontamente diagnosticati e curati in età pediatrica o, con più difficoltà, in età adolescenziale o adulta. L’aneddotica e diversi studi, ancora non definitivi, confermano l’efficacia delle terapie. La maggior parte dei bambini ha buoni o ottimi risultati già con la sola terapia antibiotica. Fino a qualche anno fa, e purtroppo anche attualmente, l’alternativa alle terapie immunologiche è quella con psicofarmaci, spesso peggiorativi del quadro anche se talvolta necessari. La ricerca, a causa della scarsità delle risorse economiche, sta proseguendo, ma abbiamo bisogno di tutti per incentivarla e sovvenzionarla. I bambini di oggi saranno gli adulti del futuro. Aiutiamoli.